Buono e voucher sociali 

Ultima modifica 23 ottobre 2020

Cosa offre
Il buono sociale è un contributo economico erogato a livello distrettuale ASL dal Comune di Garbagnate Milanese, Comune Capofila nella gestione dei Piani di Zona, a favore delle famiglie con anziani invalidi al fine di favorire la loro permanenza al domicilio.  I requisiti per la presentazione della domanda sono i seguenti:

  • Età maggiore o uguale a 75 anni
  • Residenza
  • Invalidità al 100% certificata
  • Reddito I.S.E.E. non superiore a Euro 20.000,00 per anziani soli e a Euro 22.000,00 per anziani con familiari conviventi.
  • - Il voucher sociale è, invece, un titolo di acquisto (ticket) di cure domiciliare, messo a disposizione delle famiglie che viene rilasciato all`utente a seguito di valutazione dell`assistente sociale.
  • Per il 2004 il Comune di Misinto ha deciso di utilizzare principalmente i voucher sociali, assegnati in base alla popolazione residente, per l`assistenza educativa e socio-assistenziale a favore dei disabili (A.D.H.) al fine di favorire l`autonomia e l`integrazione sociale del disabile. 

Come si accede: Le domande per il buono sociale vanno presentate all`ufficio servizi sociali del Comune di residenza, che previa verifica del possesso dei requisiti, fornisce apposita modulistica. Le domande verranno inoltrate al Comune Capofila e valutate con cadenza semestrale al 30 giugno e al 31 dicembre di ogni anno. A seguito di tale valutazione verrà stilata una graduatoria sulla base dei punteggi assegnati ai requisiti posseduti, che verrà poi comunicata ai singoli Comuni ed utilizzata nel caso in cui si rendessero disponibili ulteriori fondi. 
Per quanto riguarda i voucher sociali sarà l`assistente sociale a valutare i casi in carico per l`assegnazione. Sarà poi la famiglia, nell`ambito di un progetto di intervento individualizzato, a poter scegliere il soggetto erogatore di prestazioni assistenziali a domicilio (cooperative sociali accreditate). 
Quanto costa: Il servizio è gratuito.